IL TERRITORIO
Dalla laguna di Venezia alla provincia di Treviso, dal mare alle Prealpi, una vasta, ridente pianura. Sabbie, ghiaie e argilla compongono il suolo che vene d’acque profonde irrorano. E profonde sono le radici della coltura della vite in queste terre. Terre di nobili e contadini orgogliosi e operosi, come testimoniano le splendide ville patrizie con le loro superbe cantine e le case coloniche immerse tra distese di filari. Fu il lungo dominio della Serenissima a incrementare la viticoltura: la città lagunare mesceva nelle sue osterie (i bàcari) vini del Piave in abbondanza. Con l’Unità d’Italia la “Scuola Enologica” di Conegliano fu il punto di riferimento e poi forza innovatrice dopo i due conflitti mondiali. Soprattutto il primo, la Grande Guerra, che su queste sponde si tramutò in leggenda, lasciò terre desolate e vigneti abbandonati. Alle gesta eroiche della Battaglia del Solstizio seguirono il coraggio e la resistenza della gente del Piave che senza sosta lavorò alla rinascita. Da allora il cammino prosegue nella direzione dell’evoluzione qualitativa. Enogastronomia, storia, bellezza del paesaggio, emozioni di un territorio che non può che incantare.